Teatro, pedagogia e didattica. Metodi, tecniche e pratiche delle arti sceniche (a.a. 2017/18)
(Teatro 1718)

Direttore scientifico: Lucio d'Alessandro
Comitato artistico-scientifico: Costanza Boccardi, Enricomaria Corbi, Nadia Carlomagno, Silvana De Vidovich, Emma Giammattei, Fausto Malcovati, Margherita Musello, Elisa Frauenfelder, Pier Cesare Rivoltella, Francesco Saponaro, Pasquale Scialò, Fabrizio Manuel Sirignano.
Coordinatori artistici: Nadia Carlomagno e Francesco Saponaro.

Il Master è destinato alla qualificazione di esperti di metodi, tecniche e pratiche delle arti sceniche nel teatro, nella didattica e nella formazione, che possano operare professionalmente in ambienti artistici, contesti socio-educativi-formativi e socio-sanitari e nella scuola.

L'obiettivo è quello di formare competenze di base attoriali e di regia rivolte a:
- artisti, (attori, registi, assistenti alla regia, danzatori, performer, cantanti lirici, scenografi, costumisti etc.);
- insegnanti di scuole di ogni ordine e grado;
- formatori, educatori e professionisti che operano nelle istituzioni socio-educative e socio-sanitarie nelle quali è possibile avvalersi anche dell'esperienza teatrale come strumento di intervento sociale;
- educatori e formatori dell'ambito motorio;
- sociologi;
- psicologi;
- assistenti sociali.

Attraverso un percorso di approfondimento e di ricerca sulle varie declinazioni dei linguaggi della parola e del corpo, il master mira a far acquisire la padronanza dei propri mezzi espressivi e creativi e a potenziare abilità artistico-espressive e comunicative, indispensabili in ogni processo di insegnamento-apprendimento. Si lavorerà sulla progettazione di spazi scenici (scenografia, musiche, luci, costumi), e sui contesti alternativi di apprendimento per la costruzione di una "drammaturgia didattica" fondata sull'azione.