Data Protection Officer e Diritto della privacy (a.a. 2018/19)
(DPO 1819 )

Direttore scientifico: Lucilla Gatt - Giovanni Russo
Vice Direttore scientifico: Ilaria Amelia Caggiano
Comitato Scientifico:
Università Suor Orsola Benincasa: Lucilla Gatt (coordinator contact), Ilaria A. Caggiano (coordinator contact), Maria Cristina Gaeta, Anna Anita Mollo, Delia Boscia, Alessandra Sardu, Margherita Vestoso, Flora Nurcato.
- RE:Lab Srl.: Roberto Montanari, Chiara Ferrarini, Aura Tardia, Francesco Tesauri, Fabio Pagliai, Maria Giulia Losi.
- Universidad de Sevilla: Manuel Espejo Leardo de Tejada, Juan Pablo Murga Fernández, Maria de Los Angeles Fernandez Scagliusi, Sara Lorenzo Cabrera.
- Loughborough University: Andrew Morris, Martin McGuire.
- University of Derby: Alex Nunn, James Atkins Scott.
Coordinatore didattico: Delia Boscia, Daniela Iossa, Flora Nurcato
Tutor: Delia Boscia, Daniela Iossa, Flora Nurcato

Il nuovo Regolamento europeo sulla privacy (Reg. UE 2016/679) prescrive l'introduzione all'interno di alcuni tipi di enti pubblici e società private di figure professionali, denominate Data Protection Officier (DPO), deputate ad occuparsi, in maniera indipendente dal contesto organizzativo di riferimento, dei problemi di privacy e sicurezza informatica sollevati dalla gestione dei dati. Al fine di rispondere alle esigenze poste da tali recenti disposizioni normative, il Living Lab Utopia e il centro di ricerca ReCEPL - Research Centre of European Private Law, entrambi istituiti presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (IT, Unisob), hanno ideato un percorso formativo pensato per l'emersione di figure professionali in grado di ricoprire efficacemente il ruolo di responsabili della protezione dei dati, contribuendo in maniera concreta all'attuazione, al monitoraggio e all'applicazione della nuova riforma europea in materia dati. Il progetto ideato è risultato vincitore della call europea REC-DATA-2016-0 della linea JUSTICE. Del Consorzio vincitore fanno parte, oltre alla Università Suor Orsola Benincasa, tre università straniere (Universidad de Sevilla, Loughborough University e University of Derby), nonché realtà imprenditoriali che vantano una solida esperienza nel settore della progettazione, dello sviluppo di software e hardware, nella Human Machine Interaction (RE:Lab).